Cenerentola… Doc Orcia della Fattoria del Colle di Donatella Cinelli Colombini

25188940_1551285664958330_3387557560395637782_o

Articolo a cura di Chiara Giannotti

Volevo scegliere un vino per la festa della Donna… e se penso a una cantina particolarmente legata al mondo femminile non può non venirmi in mente Donatella Cinelli Colombini, con le sue due realtà toscane, La Fattoria del Colle nella Doc Orcia e il Casato Prime Donne nel Brunello di Montalcino impostata totalmente al femminile. Ovvero tutte le persone che lavorano in cantina possono essere solo donne, dall’enologa al commerciale, senza sconti per nessuno.

Donatella Cinelli Colombini con la figlia Violante e delle lavoratrici del Casato Prime Donne.

Donatella Cinelli Colombini con la figlia Violante e delle lavoratrici del Casato Prime Donne.

Scelta molto coraggiosa, specialmente in un ambiente che per tanto tempo è stato molto maschile, e che viene portata avanti con orgoglio dalla figlia, ovviamente femmina, Violante. Donatella, proveniente da una famiglia coinvolta nella produzione del Brunello da generazioni, risalenti al 1500, ma nel 1998, ha fondato la sua propria azienda a sua immagine e somiglianza. Rappresenta un esempio di coraggio e tenacia, di fantasia e intelligenza, oltre che di grande forza tutta al femminile.

Donatella Cinelli Colombini

Donatella Cinelli Colombini

Una dimostrazione che “i sogni son desideri”, ma si possono realizzare.

La Cantina di Donatella Cinelli Colombini

La Cantina di Donatella Cinelli Colombini

Non a caso tra i loro vini ne spicca uno particolarmente femminile, che si chiama proprio Cenerentola, romantico sia nel gusto che nell’etichetta. Dal colore intenso, con sfumature violacee, al naso piacevoli note fruttate di amarena, mirtilli e more selvatiche avvolte da richiami speziati di pepe nero e liquirizia. Fresco e morbido, di struttura equilibrata ed elegante.

Donatella Cinelli Colombini, Fattoria del Colle Cenerentola Doc Orcia

Donatella Cinelli Colombini, Fattoria del Colle Cenerentola Doc Orcia

Questo vino fatto con prevalenza Sangiovese e una parte di Foglia Tonda, rivalorizzando un vitigno autoctono quasi abbandonato, nella zona dell’Orcia, da cui prende la giovane denominazione nata nel 2000. È un territorio incastonato tra due grandi Docg toscane, il Vino Nobile di Montepulciano e il Brunello di Montalcino, due grandi “sorelle” che da sempre la mettono in ombra, e anche qui ritroviamo una similitudine con la storia di Cenerentola. Una storia a lieto fine però, di quelle che tutte noi donne vorremmo vivere, indipendentemente dallo stato sociale di appartenenza, praticamente tutte sognami il nostro Principe Azzurro e di vivere per sempre “Felici e Contenti”.

Dedico quindi questo grande vino a tutte le donne che amo e che stimo, ma anche a tutti quei principi azzurri che ci fanno stare bene non solo oggi ma tutti i giorni dell’Anno!!

E ve ne parlo anche nella puntata di My Weddings su Gold Tv nello Spazio dedicato al Vino!!

Buona visione!

 


Article Tags:
·
Article Categories:
Vino e Altro
Likes:
6

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu Title